Come Risparmiare sulla Spesa Alimentare

In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come risparmiare sulla spesa alimentare.

Oggi, purtroppo, sono molte le famiglie che hanno difficoltà a arrivare a fine mese e a cui non dispiacerebbe risparmiare sull’acquisto di cibo. In questo articolo, parleremo di alcune soluzioni utili a per risparmiare sulla spesa alimentare. Risulta essere importante sapere, prima di tutto, che anche nel fare la spesa c’è bisogno di un minimo di organizzazione, in modo da non limitarsi a riempire il carrello con ogni prodotto visto nelle pubblicità, rinunciando del tutto al risparmio, ma spendendo anche più del dovuto. Risulta essere necessario, inoltre, imparare a evitare gli sprechi e magari non comprare costantemente prodotti freschi, i quali possono essere consumati solo un paio di volte per poi essere buttati.

come risparmiare sulla spesa alimentare

Il primo consiglio, quindi, è quello di compilare una lista della spesa. Questo permette di evitare gli acquisti impulsivi e di comprare più di quanto si ha bisogno. L’ideale è programmare in anticipo ciò che si ha intenzione di cucinare, per poi regolarsi su cosa acquistare e sulle giuste quantità. Un altro consiglio particolarmente utile è quello di non andare a fare la spesa quando si ha fame, è dimostrato che, acquistare cibo dopo il lavoro, prima di pranzo o cena, porta a spendere di più. Se si è affamati, difatti, si tende ad acquistare anche prodotti di cui si può fare tranquillamente a meno, come snack e merendine. Risulta essere molto meglio fare la spesa dopo avere mangiato e magari in un giorno della settimana, evitando i week end in cui i supermercati sono molto affollati e in cui si tende ad acquistare cibo troppo in fretta, solo per non perdere tempo. Risulta essere consigliabile fare una grande spesa a inizio mese, o a inizio settimana, piuttosto che andare al supermercato anche solo per acquistare pane e latte, finendo per uscire con le buste piene.

Se si possiede qualche busta di tela, ma anche di plastica, è bene portarla, magari lasciandone sempre qualcuna in macchina. Questa buona abitudine vi permetterà di risparmiare, non acquistando sacchetti ogni volta che si va a fare la spesa. Per quanto riguarda l’acquisto di frutta e verdura, è sicuramente meglio evitare i supermercati e andare al mercato o rivolgersi direttamente a piccoli coltivatori o attraverso gruppi di acquisto solidali, scegliendo in questo caso non solo il risparmio ma anche la qualità. Per risparmiare ancora di più, si consiglia di comprare frutta e verdura di stagione che costa meno dei prodotti coltivati nelle serre. Ancora, è bene scegliere alimenti sfusi, che sono anche più freschi, dal momento che le confezioni può incidere addirittura del 35% sul prezzo finale di un prodotto alimentare.

Si sconsigliano vivamente i cibi pronti che, possono sembrare economici, ma in realtà costano sicuramente di più rispetto allo stesso prodotto preparato in casa. Per chi ha tempo, può risparmiare facendo in casa pane, pasta, yogurt e conserve, in caso contrario, si consiglia almeno di evitare l’insalata in busta lavata, la frutta già tagliata o la pasta pronta che non solo costano di più, ma si rivelano essere anche ricchi di conservanti necessari per prolungare la loro conservazione.

Risulta essere importante, inoltre, fare bene attenzione alle offerte e promozioni che i vari supermercati ci propongono, non sempre, infatti, si tratta di veri sconti, molto spesso hanno il solito prezzo o forse di più. Invece, le offerte a cui poter dare un occhio sono quelle che riguardano le confezioni multiple dei prodotti a lunga conservazione, per esempio per la pulizia della casa o l’igiene personale. Ancora, non bisogna dimenticare di fare attenzione al prezzo per kg piuttosto che al prezzo finale, che spesso può ingannare, in modo particolare quando la confezione sembra più grande di quanto è in realtà.

I coupon, anche conosciuti col nome di buoni sconto, sono utili per risparmiare sulla spesa alimentare. Risulta essere possibile trovarli sui volantini o anche su parecchi siti, basterà stamparli, recarsi al supermercato che aderisce all’offerta e acquistare i prodotti su cui vi è lo sconto, arrivando a risparmiare anche un prezzo notevole.

Non tutti sanno, inoltre, che esiste anche applicazioni per risparmiare sulla spesa, alcune consigliano il supermercato che offre i prezzi più bassi nella propria zona e raggruppano tutti i volantini con le promozioni, altre aiutano a fare la lista della spesa in maniera adeguata.

Per di più, è possibile ottenere un risparmio considerevole grazie alle tessere sconto o vantaggio, si tratta di carte che si attivano gratuitamente e che permettono di ottenere uno sconto sugli acquisti fatti in certi negozi, e che può raggiungere anche i 300 euro all’anno. Gli sconti riguardano diversi prodotti, dagli alimenti al vestiario ed il risparmio è possibile se le spese familiari vengono fatte nei negozi convenzionati.