Come Risparmiare sugli Hotel

Quando si va in vacanza, l’albergo rappresenta insieme al volo la maggiore voce di spesa. Per questo è importante capire se e come è possibile risparmiare con le prenotazioni degli hotel. Per fortuna è così. Si può risparmiare, a patto di dimenticarsi di fare affidamento alle agenzie di viaggio, perché chiaramente il prezzo finale risulterà comprensivo del costo di intermediazione dell’agente, per cui è sicuramente più alto di quello che si sconterebbe con una prenotazione diretta. Ma, attenzione, non va bene nemmeno prenotare per telefono o via email. Da anni, infatti, gli alberghi sono online e sono quasi tutti registrati negli appositi siti, come booking.com e venere.it, che dopo la registrazione consentono all’utente di effettuare la prenotazione a prezzi molto scontati, dato che permettono il raggiungimento a una platea enorme di potenziali clienti, attraverso pochi click del mouse. In sostanza, gli hotel si accontentano di praticare tariffe più basse, ma consapevoli che online e aderendo a questi siti potranno fare affidamento su volumi di clientela notevoli.

Su questi siti vi verrà chiesto di indicare, oltre al nominativo, anche il numero della propria carta di credito. Attenzione, però, perché ciò non serve per il pagamento, che avverrà all’albergo all’atto dell’ingresso, bensì serve da garanzia per il caso in cui non ci si presenti all’hotel, dopo avere prenotato, oppure se si va via senza avere pagato.

Il servizio fornito da questi, come altri siti di prenotazione online, risulta certamente migliore di quello che potrebbe darvi la migliore agenzia di viaggio, in quanto avrete la possibilità di verificare con le foto il tipo di camere, la sua esatta ubicazione e si possono anche leggere i commenti dei clienti che già vi hanno pernottato, cosa importantissima nel mondo del web.

Inoltre, sono possibili diverse combinazioni di tariffe, a seconda delle esigenze, mentre contrariamente a quanto spesso si è portati a credere, capita che per le prenotazioni last minute si possono strappare prezzi di tutto vantaggio, se l’hotel dispone di camere libere a pochi giorni dalla data prescelta. In sostanza, pur di fare il pieno, l’albergo cercherà di abbassare le tariffe, così da elevare le prenotazioni.

Questi siti consentono spesso una comparazione immediata tra i prezzi praticati da alberghi diversi e ubicati nella medesima zona, magari nel raggio di un certo numero di chilometri, impostato da noi. Chiaramente, la comparazione avverrà per soluzioni omologhe.

Sempre su questi siti si trovano informazioni utili sui collegamenti tra l’hotel e il resto della città che si è scelto di visitare, come i mezzi pubblici disponibili e i rispettivi orari, nonché la distanza dai siti più importanti eventualmente presso cui recarsi.

La rete ti consente, quindi, di approfittare della flessibilità offerta dagli hotel, ma allo stesso tempo sarebbe preferibile averne di propria. Se si è un cliente disposto a accettare una minore qualità, pur di ottenere la massima convenienza, si potranno ottenere prenotazioni convenienti. Certo, il discorso cambia se si è inclini solamente a prenotare alberghi a 5 stelle e non si è disposti a cedere sulla qualità. In questi casi, pur essendo comunque possibili soluzioni vantaggiose, queste non saranno mai stupefacenti, ma nei limiti.

In realtà, ci sarebbero anche altri modi per risparmiare sull’hotel. Uno di questi sarebbe di non andarci. Potrebbe sembrare uno scherzo, ma non è così. Oggi come oggi, gli alberghi non sono l’unica soluzione disponibile per chi voglia spostarsi. Esistono vari siti online, anche in Italia, che consentono alle persone di scambiarsi casa per alcuni giorni o periodi dell’anno. Esempio, voglio passare ile vacanze a New York, ma non vorrei spendere troppo per l’albergo. Vado su uno dei siti dedicati e verifico che vi siano persone disponibili a concederci la loro casa, in cambio della nostra per gli stessi giorni. Ovviamente, dovremmo trovare persone che vogliano trascorrere le vacanze proprio nella città in cui abitiamo e dalla quale vorremmo andare via per lo specifico periodo. Dunque, praticamente a costo zero si ha la possibilità di andare in vacanza, pagandosi solamente il viaggio.

Oltre a queste soluzioni, è chiaro che un hotel tende a costare di più nei periodi di alta stagione mentre il costo precipita nel resto dell’anno. Nel caso dell’Italia, ciò significa che tariffe convenienti si potranno ottenere tra la fine di settembre e la metà di dicembre e dalla metà di gennaio fino a marzo. All’estero dipenderà molto dalle specificità climatiche e culturali, per cui è improbabile che in Svezia, per fare un esempio, gli alberghi costino parecchio nel mese di giugno o che in Giappone si abbiano picchi di prezzi nei periodi corrispondenti alle nostre festività.

Infine, ai giorni nostri è possibile scaricare apposite applicazioni, che segnalano all’utente la disponibilità di camere rientranti in una certa fascia di prezzo o in una determinata zona, oltre che ad informare tempestivamente delle offerte.