Come Risparmiare a Venezia

In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come risparmiare a Veneia.

Venezia è una di quelle città che andrebbero assolutamente viste almeno una volta, la posizione e la conformazione uniche, le vestigia del glorioso passato, i monumenti e le chiese, l’atmosfera romantica e l’aspetto da dipinto, la rendono indiscutibilmente una delle mete di viaggio più famose ed ambite al mondo.
Fra tanta bellezza però, lo sanno tutti, Venezia presenta anche un grosso difetto: i costi troppo alti.
Non stiamo palando del lusso di prendere un caffè in Piazza San Marco, dove è noto quanto i prezzi siano esagerati, ma di tutto ciò che in genere riguarda un normale soggiorno, quindi hotel ed alberghi, negozi, bar, pub e pizzerie, percorsi in traghetto, tutte cose che a Venezia costano davvero care.
Cosa fare quindi?
Rinunciare a conoscere e visitare una delle città più belle del pianeta a causa di un budget ridotto?
Niente affatto.
Non ci crederete, ma anche Venezia può essere a basso costo, a patto di essere disposti a fare qualche piccolo sacrificio, a non pretendere di comprare tutto ciò che si vede e mettendo in atto le strategie giuste.
Non ci credete?
Leggete di seguito e vi accorgerete che Venezia può essere alla portata di tutti.

come risparmiare a venezia

Iniziamo dall’alloggio.
Le strutture alberghiere veneziane sono costosissime, ma bisogna passare la notte da qualche parte.
Ma dove sta scritto che bisogna farlo proprio a Venezia?
Nelle cittadine limitrofe, per la maggior parte oltretutto graziose e ricche di attrattive, si può arrivare a spendere anche la metà rispetto ad un hotel di pari livello nella città lagunare; provate a cercare offerte a Mestre, Chioggia e Marghera, dove i prezzi sono senz’altro decisamente più contenuti e dove sono spesso disponibili offerte assai vantaggiose.

Qual risulta essere il periodo migliore per visitare Venezia e al contempo risparmiare?
Sicuramente il mese di Agosto e tutto il periodo di alta stagione sono da sconsigliare, inoltre nel mezzo della settimana è possibile usufruire di offerte più economiche rispetto ai week end.
Prima di partire quindi, scegliete con cura il momento giusto.

Avete trovato l’alloggio, ma ora come è meglio andare a Venezia?
Lasciare la macchina in Piazzale Roma, può arrivare a costare anche più di 25 euro, quindi, se possibile, meglio lasciar perdere; lasciare la macchina a Mestre invece, nel parcheggio Gregory, comodo e vicino alla stazione, costa 12 euro.
Da Mestre a Venezia prendete in considerazione due opzioni: il bus o il treno. In entrambi i casi non spenderete più di 1,20€.
Per tutte le info sui trasporti a Venezia e dintorni visitate il sito dell ACTV.

Volete spendere il meno possibile per visitare la città? Muovetevi a piedi.
A Venezia non solo non ci sono, come è ovvio, bus ed altri mezzi su strada, ma è anche vietato girare in bicicletta.
Poi c’è il vaporetto, che non costa troppo.  euro, gratuito per i bambini fino a sei anni, ma è a tempo, un’ora, quindi non prendetelo se volete andare a Burano e Murano, perché ve ne occorrerebbero due.
Cosa conviene di più secondo noi?
Il biglietto per 24 ore, che costa, è vero, 20 euro, ma offre una buona autonomia e permette di visitare senza problemi le isole.
Inoltre, ed anche questo conta, lo stesso biglietto può essere usato anche sul bus per tornare a Mestre. E Venezia vista dall’acqua è uno spettacolo da non perdere.

Siete tentati da un giro in Gondola con la vostra fidanzata?
Sappiate però che il prezzo è di 80 euro per soli 40 minuti, 100 euro dopo le 19.
Se ciò non è sufficiente a farvi cambiare idea, almeno cercate qualcuno con cui dividere il prezzo, ad esempio un’altra coppia.

Poi c’è il mangiare, ovviamente, di cui proprio non si può fare a meno.
Per risparmiare il più possibile, portarsi qualcosa da casa resta la soluzione migliore, ma se volete mangiare in città, non andate nelle zone più turistiche.
Le vie meno frequentate e defilate, offrono ottimi menu a prezzi abbordabili, o comunque mai esagerati.
Un esempio?
Non lontano da piazza San Marco, colazione con caffè, succi di frutta e due brioches a 6 euro.

In compenso, pur nell’ambito di una città sostanzialmente cara, ciò che c’è di più bello a Venezia non costa molto: pochi euro bastano per visitare i musei più importanti e i luoghi di maggior prestigio, molti dei quali sono addirittura gratis, come l’ingresso alla Basilica di San Marco, le calle ed i ponti.

Insomma, come avete visto, un viaggio a basso costo a Venezia possono concederselo tutti, basta prestare attenzione ad alcuni aspetti e, è bene metterlo in preventivo fin dall’inizio, avere tanta, ma tanta voglia, di camminare a piedi.

Risparmiare a Venezia risulta essere quindi possibile.