Come Risparmiare a Firenze

In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come risparmiare a Firenze.

Non si può non conoscere Firenze, il capoluogo della Toscana è indubbiamente una delle città più belle del mondo.
La crisi economica che stiamo attraversando ci sta costringendo a ridurre alcune attività, compreso viaggiare, ma Firenze si può visitare al meglio anche senza mettere in conto un budget elevato.

come-risparmiare-a-firenze

Come  prima cosa, Firenze è una città relativamente piccola le cui infinite bellezze architettoniche, storiche e artistiche sono concentrate in pochi chilometri, e poi, se si è interessati anche allo shopping, non ci sono solo le costosissime boutique grandi firme, ma anche molte altre possibilità interessanti.
Se siete patiti di centri outlet, Barberino Designer Outlet lo trovate proprio poco fuori la città, in direzione nord.
Il centro, è chiuso il Lunedi, comprende oltre 100 negozi di vario genere, abbigliamento, calzature, pelletteria, articoli per la casa, che propongono articoli scontati dal 30% al 70% sulle collezioni degli anni passati.
Inoltre il centro, come è ovvio, è pieno di bellissimi punti di ristoro per una pausa relax interessante e divertente.

The Mall, un altro outlet situato in zona Reggello, offre a prezzi scontati le grandi firme, anche se fortemente ribassati, trattandosi di marchi prestigiosi, i costi restano piuttosto elevati, ma in caso cerchiate un abito o un accessorio da sfoggiare in una occasione importante, è il posto che fa per voi.

Se vi piacciono i mercatini di scambio merci, a Dituttodipiù, Via dei Vanni 56, potete portare oggetti che non vi piacciono o servono più, vestiti, libri, giocattoli, pezzi di arredamento, e lasciarli in conto vendita; una volta venduto l’oggetto, potrete ricevere il pagamento pattuito pagando voi stessi una provvigione.
Allo stesso modo potete anche acquistare merce portata da altre persone, con fortuna, potete trovare occasioni davvero stupefacenti.

Il più grande mercato all’aperto di Firenze è quello di San Lorenzo, vi si trova di tutto, dall’abbigliamento alla pelletteria, dai souvenir della città a accessori di ogni genere.
Con l’esclusione di Domenica e Lunedi, il mercato è aperto ogni giorno dalle 9.00 alle 19.00.

Passiamo ai trasporti. Il costo del biglietto per una sola corsa è di 1,20 euro, quello giornaliero costa 5 euro e quello utilizzabile per 3 giorni costa 12 euro. Si ha anche la possibilità di sottoscrivere un abbonamento settimanale, mensile o addirittura annuale. Studenti e famiglie che acquistano più di un abbonamento annuale possono usufruire di tariffe agevolate.
Disseminate in città, per ottenere carburante ad un costo più economico, ci sono le cosiddette pompe bianche.

Passiamo infine alle spese alimentari.
Mercafir e il Mercato Centrale, sono i due più grandi mercati ortofrutticoli cittadini. Gli alimentari possono essere comprati a prezzi davvero convenienti.
Poi, per chi li preferisce, ci sono i discount.

Come potete vedere, a Firenze è possibile acquistare, mangiare e divertirsi anche con un budget assolutamente normale, per non parlare delle meraviglie da vedere, di cui la città toscana trabocca. Non lasciate pertanto che la crisi economica vi impedisca di godere dello splendore di una delle nostre città più belle e rinomate: girate il più possibile a piedi e per gli acquisti affidatevi ai nostri consigli.